Il 3 ottobre sarà la Giornata in ricordo delle vittime dell’immigrazione

 

Il Centro Astalli esprime grande soddisfazione per l’istituzione del 3 ottobre giornata della memoria. E’ una data importante che aiuterà a fare memoria e a non ripetere gli orrori di un passato troppo recente perché venga relegato all’oblio della nostra indifferenza. Un passo importante contro il pericolo di assuefarci alla morte dei migranti che ogni giorno si mettono in viaggio verso l’Europa.

Approvato ieri al Senato, il provvedimento che aveva già avuto voto favorevole dalla Camera, diventa finalmente legge: il 3 ottobre sarà la Giornata della memoria in ricordo di tutte le vittime dell’immigrazione.

Hanno votato a favore 143 senatori, 9 sono stati i contrari e 69 gli astenuti. Questa Giornata verrà celebrata in tutta Italia nel giorno della tragedia di Lampedusa avvenuta il 3 ottobre 2013, quando a causa del naufragio di una imbarcazione libica, morirono 368 migranti e circa 20 risultarono dispersi.

La presidente della Camera Boldrini, ha commentato con soddisfazione la notizia “L’approvazione oggi della legge che istituisce la Giornata per la memoria vittime migranti è un segno civiltà del nostro Parlamento”. Anche secondo l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati “l’approvazione di tale legge arriva in un momento storico senza precedenti per il Mediterraneo e l’Europa intera”. Dal 3 ottobre 2013, infatti, l’agenzia stima che oltre 8 mila persone abbiano perso la vita in mare di cui circa 450 solo nei primi mesi del 2016. Si spera che l’istituzione di questa ricorrenza, come auspica l’UNHCR, “promuova una profonda riflessione sulla istituzione di vie legali che consentano alle persone in fuga di arrivare in Europa senza rischiare la vita in mare”.

FacebookTwitterGoogle+EmailWhatsApp